Sentiero dei Giganti

Un percorso ad anello che ripercorre i luoghi più significativi dell’alta Valle Imagna, alla scoperta dei Giganti di Pietra protagonisti della storia.

Lo Sapevi che…

Puoi scoprire i luoghi più significativi dell’alta Valle Imagna, ricalcando i tracciati delle antiche mulattiere, attraverso i comuni di Sant’Omobono, Rota d’Imagna, Brumano, Corna Imagna, Locatello e Fuipiano Imagna.

Dove soggiornare…

Ostello il Sentiero Corna Imagna

OSTELLO IL SENTIERO
Via dei Castagni, 14
24030 CORNA IMAGNA (BG)
Telefono: +39 334 5743963
info@ostelloilsentiero.it
www.ostelloilsentiero.it

AGRITURISMO & SCUDERIA DELLA VALLE
Via Valsecca Bassa, 2
24038 SANT’OMOBONO TERME (BG)
Telefono: +39 035.85.20.07
Cellulare: +39 338.21.98.144
info@scuderiadellavalle.it
www.scuderiadellavalle.it

HOTEL RESORT & SPA MIRAMONTI
Via Alle Fonti, 5/6
24038 ROTA D’IMAGNA (BG)
Telefono: +39 035.86.80.00
info@hotelmiramontibergamo.com
www.hotelmiramontibergamo.com

Il Sentiero dei Giganti ripercorre i luoghi più significativi dell’alta Valle Imagna, incrociando località legate a personaggi storici ed al patrimonio architettonico e naturalistico. Il percorso si snoda per circa 30 km. attraverso i comuni di Sant’Omobono, Rota d’Imagna, Brumano, Corna Imagna, Locatello e Fuipiano Imagna; Può essere percorso a piedi, in mountain bike o a cavallo.

Questo itinerario si caratterizza per la presenza di numerosi elementi distintivi ed identitari del territorio; sono i Giganti di Pietra, le mulattiere, le case e i tetti in piode, i muretti a secco, antichi borghi rurali, sculture nelle rocce e grotte spettacolari; a ciò si affiancano i giganti della storia, ovvero gli uomini che hanno saputo antropizzare questo territorio in armonia con la natura… Lungo questo sentiero la vista passa in un tutt’uno dall’opera dell’uomo all’opera della natura.

Percorso Vita

Il Percorso

Dal ponte romanico di Cà Prospero, dove termina il percorso vita, parte il Sentiero dei Giganti, percorso ad anello che conduce in alta valle verso Rota d’Imagna dove prima tappa è la Grotta Tomba dei Polacchi, si prosegue per la contrada Cà Piatone che diede i natali all’architetto Giacomo Quarenghi; il ponte del Chignolo ci conduce all’omonima contrada e in seguito seguendo La strada agro-silvo-pastorale, si giunge a Brumano dove potremo ammirare il Parco delle Sculture di Pietra del Maestro Carlo Vitari e la Casa di Santa Lucia; si prosegue seguendo l’antica rete viaria che conduce a Fuipiano Imagna incrociando la Contrada Orso, famosa per la coltivazione di piccoli frutti. Da Fuipiano si giunge al celebre Borgo di Arnosto, anticamente sede della Dogana Veneta e confine fra il ducato di milano e la serenissima, tra i borghi quello meglio conservato e rappresentativo del patrimonio di edilizia rurale in valle.

Contrada Canito – Corna Imagna

Da qui, attraverso il sentiero dell’Albe si giunge dapprima ad un laghetto, poi lungo la strada-agro-silvo pastorale si incrociano le suggestive località di Sopracorna e Piazzacava  fino a giungere al comune di Corna Imagna che ha conservato numerose testimonianze delle antiche contrade tra cui Cà Gavaggio e Canito tra i primi nuclei abitativi della valle esistenti già dal 1100. Dall’antica contrada Finiletti, dove ha sede la Casa dello Stracchino, si prosegue verso Cà Roncaglia, contrada medioevale che diede i natali a Papa Giovanni XXIII. Proseguendo sulla strada verso il Ponte Tinella, la mulattiera giunge fino a Locatello, incrociando le contrade di Bustoseta e le Fusine, qui ci si ricongiunge al Ponte di Cà Prospero per concludere il nostro giro ad anello da dove siamo partiti.

Contrada di Arnosto a Fuipiano Valle Imagna
Articolo precedente
Torta del Resegone
Articolo successivo
Sentiero del golf
Menu