Sotto il Monte Giovanni XXIII

Una delle tappe principali degli itinerari giovannei, luogo natale di Angelo Giuseppe Roncalli divenuto Papa Giovanni XXIII, dove egli visse e trascorse molti anni da vescovo e cardinale.

Sotto Il Monte Giovanni XXIII, è una delle tappe principali degli itinerari giovannei, luogo natale di Angelo Giuseppe Roncalli divenuto Papa Giovanni XXIII, dove egli visse e trascorse molti anni da vescovo e cardinale e dove è possibile visitare la Casa Natale di via Brusicco 42 che oggi si presenta come una tipica cascina contadina, con grande porticato.  Le stanze conservano ancora gli antichi arredi originari, alcuni ricordi del pontefice e la sua scrivania; poco distante la chiesetta di S. Maria in Brusicco risalente al 1450,  in cui venne battezzato e celebrò la sua prima messa da sacerdote.

Da non perdere il museo di Cà Maitino, una casa antica in mezzo al verde, la dimora che Angelo Giuseppe Roncalli ha desiderato come: “casa dei ricordi”, attraverso la visione degli oggetti che ne raccontano la storia e il dialogo con le suore presenti. La grande casa fu costruita a fine Settecento dal capostipite dei Roncalli, originario della Valle Imagna, Papa Giovanni trascorse qui le sue vacanze estive dal 1925 al 1958. Oggi è stata restaurata e trasformata in museo dove si possono ammirare pregevoli affreschi e quadri, numerosi oggetti appartenuti al Papa,  il letto in cui morì in Vaticano nel 1963 e persino l’Opel Kadett che utilizzava durante il patriarcato a Venezia, viene conservata nel garage.

A Fontanella, frazione di Sotto il Monte, si raggiunge l’Abbazia di Sant’Egidio, un piccolo gioiello medievale di arte romanica, inserito nel verde del Monte Canto. Il piccolo monastero fu edificato nel 1080, conserva al suo interno un polittico di grande pregio dedicato a S. Egidio, di scuola bergamasca. Ospita il Centro Studi Ecumenici fondato da Padre David M. Turoldo.  Nel chiostro all’esterno è addossato alla parete della chiesa un tempietto con un sarcofago che la leggenda attribuisce  alla fondatrice dell’abbazia, Teoperga insieme a S. Alberto da Prezzate.

Articolo precedente
Villaggio Crespi d’Adda
Articolo successivo
Lago Maggiore
Menu